Vai al contenuto.

Lituano

Lietuvių kalba

Numero di parlanti madrelingua

3.4 - 4 milioni

Lingua ufficiale in

Repubblica di Lituania, Unione Europea

Lingua minoritaria in

Polonia, USA

Lingua della diaspora

Bielorussia, Kaliningrado, USA, Regno Unito, Brasile, Argentina, Germania, Uruguay, Svezia, Norvegia, Australia, Lettonia, etc.

Alfabeto
32 lettere
Casi grammaticali
7
Codice della lingua
lt, lit
Tipologia linguistica
flessiva , pro-drop , SVO
Famiglia linguistica
Indoeuropea, balto-slavo, baltico, baltico orientale
Numero di dialetti
due dialetti: samogitico e aukštaitiano

Parola più lunga

Non abbiamo raccolto sufficiente acetosella.

Parola o frase curiosa

sei oche con sei paperi

Fatti interessanti

E 'possibile dire se una donna è sposata o meno dalla forma del suo cognome, mentre tale regola non vale per gli uomini. Le donne non sposate hanno cognomi terminanti in "aitė", "iūtė" e "ytė" mentre le donne sposate hanno cognomi che terminano in "ienė". La nuova desinenza "ė", divenuta popolare negli ultimi anni, può essere usata da donne sia sposate che nubili. Nonostante la popolarità, l'uso di "ė" non è ancora generalizzato ed è usato perlopiù da donne sposate famose.

È interessante notare come il lituano non abbia parole dure per il turpiloquio (ad esempio rupūžė "rospo"), ma usi invece vocaboli inglesi o russi.

Il lituano è così appropriato per danzare...

Tre donne andarono a Vilnius, Lituania, per la prima volta. Quando tornarono a casa condivisero le loro esperienze con un amico:
Il lituano è così musicale, come un ballo...
Perché?
Perché ogni volta che l'autobus si ferma, i passeggeri dicono "Lipsi, lipsi, čia-čia-čia"...

“Lipsi, lipsi, čia-čia-čia” Questi non sono nomi di balli, ma la versione abbreviata di "ar Jūs lipsite čia?" (Si scende qui?)

Storia

  • Secolo X a.C.

    Le lingue baltiche formano un ramo separato dalle altre lingue indoeuropee.

  • 400 - 600

    Le lingue baltiche orientali si separarono dalle occidentali (o semplicemente dalle lingue baltiche).

  • > 800

    Iniziarono ad apparire differenze tra lituano e lettone.

  • dal XII - XIV secolo

    Lituano e lettone continuarono separatamente il loro sviluppo.

Il testo più antico in lituano è una preghiera scritta a mano in un esemplare del libro {i}Tractatus secerdotalis{/i} datato al 1503.

Fonte: Wikimedia Commons

Il lituano è insieme al lettone una delle due lingue baltiche vive. Oggi il lituano è lingua più antica di tutte le lingue indoeuropee vive e probabilmente la più vicina al protoindoeuropeo.

"Chi volesse sentire come parlavano gli indoeuropei dovrebbe venire ad ascoltare un contadino lituano", disse il famoso linguista francese Antoine Meillet.

Gli specialisti nella linguistica indoeuropea che provano a ricostruire il protoindoeuropeo credono che il lituano moderno sia tanto importante quanto il latino, il greco o il sanscrito.

Paul Thieme nel 1958 comparò il proverbio lituano Dievas davė dantis; Dievas duos ir duonos e la sua traduzione latina Deus dedit dentes; Deus dabit et panem (Dio diede i denti, Dio darà anche il pane), con quello che egli chiama l'antica forma del sanscrito: Devas adadā t datas; Devas dā t (o dadā t) api dhā nā s.

Sanscrito e lingua lituana

L'antichità del sanscrito e del lituano fa si che possiamo trovare molte parole relazionate tra loro e simili con un significato identico o molto vicino. Ad esempio:

  • agnis (अग्निः) ‒ ugnis (fuoco)
  • vajus (वायु :) ‒ vėjas (vento)
  • aśru (अश्रु :) ‒ ašara (lacrima)
  • aśvā (अश्वा) ‒ ašvam (Cavalla)
  • kūrmas (कूर्म :) ‒ kurmis (talpa)
  • ratha (रथ :) ‒ ratas (cerchio)
  • devas (देव :) ‒ Dievas (Dio)
  • navyas (नव्य :) ‒ naujas (nuovo)
  • madhu (मधु) ‒ medus (miele)
  • vīra (वीर :) ‒ didvyris (eroe)
  • svapnas (स्वप्न :) ‒ sapnas (sogno)
  • sanas (सन :) ‒ senas (vecchio)
  • sravati (स्रवति ) ‒ srovena (fluisce (ad es. fiume))
  • śvaśuras (श्वशुर :) ‒ šešuras (suocero)
  • sūnus (सूनु :) ‒ sūnus (figlio)

e molti altri.

Possiamo anche trovare similitudini tra sanscrito e lettone per quanto concerne la morfologia: asmi, asi, asti> (io sono, tu sei, loro sono)

Le somiglianze tra lituano e sanscrito non sono dovute alla loro parentela (il lituano appartiene alle lingue balto-slaviche e il sanscrito alle indoariane), ma al fatto che entrambi hanno conservato molti elementi protoindoeuropei. Il sanscrito, come lingua liturgica non è cambiato dalla sua creazione; il lituano anche è cambiato relativamente poco se teniamo conto del contesto storico-culturale.

Formazione delle parole e lessico

Il lituano ha conservato un lessico molto antico, il quale lo converte in un inestimabile tesoro. La commissione nazionale della lingua lituana ha, tra gli altri, il compito di proteggere la lingua dalle parole straniere. Se possibile si creano nuove parole al posto di avere dei prestiti. Tuttavia, è innegabile la crescente influenza inglese.

Il lituano ha molti suffissi per il diminutivo, quindi ci sono molte forme espressive che dimostrano affetto:

  • namas
    casa
  • namelis, namukas, nameliukas, namelėlis, namužėlis, namučiukas
    casetta
  • vaikas
    bambino
  • vaikelis, vaikiukas, vaikeliukas, vaikelėlis, vaikužėlis, vaikučiukas
    bebè

Grammatica

Il lituano ha solo due numeri (singolare/plurale) e due generi (maschile/femminile).

Il lituano ha quattro tempi (passato, passato iterativo, presente e futuro) e tre coniugazioni.

Il passato iterativo descrive un'azione che si è ripetuta più volte nel passato: imdavau ir skaitydavau (decidevo e leggevo, ripetutamente).

Infinito
imti (prendere), mylėti (amare), skaityti (leggere)
Passato
Singolare
1° persona aš ėmiau, mylėjau, skaičiau
2° persona tu ėmei, mylėjai, skaitei
3° persona jis/ji ėmė, mylėjo, skaitė
Plurale
1° persona mes ėmėme, mylėjome, skaitėme
2° persona jūs ėmėte, mylėjote, skaitėte
3° persona jie/jos ėmė, mylėjo, skaitė
Passato iterativo
Singolare
1° persona aš imdavau, mylėdavau, skaitydavau
2° persona tu imdavai, mylėdavai, skaitydavai
3° persona jis/ji imdavo, mylėdavo, skaitydavo
Plurale
1° persona mes imdavome, mylėdavome, skaitydavome
2° persona jūs imdavote, mylėdavote, skaitydavote
3° persona jie/jos imdavo, mylėdavo, skaitydavo
Presente
Singolare
1° persona aš imu, myliu, skaitau
2° persona tu imi, myli, skaitai
3° persona jis/ji ima, myli, skaito
Plurale
1° persona mes imame, mylime, skaitome
2° persona jūs imate, mylite, skaitote
3° persona jie/jos ima, myli, skaito
Futuro
Singolare
1° persona aš imsiu, mylėsiu, skaitysiu
2° persona tu imsi, mylėsi, skaitysi
3° persona jis/ji ims, mylės, skaitys
Plurale
1° persona mes imsime, mylėsime, skaitysime
2° persona jūs imsite, mylėsite, skaitysite
3° persona jie/jos ims, mylės, skaitys

Ci sono sette casi (nominativo, genitivo, dativo, accusativo, strumentale, locativo, vocativo), cinque declinazioni per i sostantivi e tre per gli aggettivi.

Gli aggettivi lituani possono arrivare ad avere fino 147 forme, due generi, sei casi e due numeri per due forme per tre gradi di comparazione + tre forme senza genere.

La forma pronominale degli aggettivi è un tratto specifico della lingua lituana. Questa forma indica che il tratto è particolare e a volte lo enfatizza: gražus - gražusis ("bello - così bello"). Le forme pronominali degli aggettivi sono sconosciute in inglese, tedesco, francese e molte altre lingue.

Sistema di scrittura e pronuncia

Ci sono 32 lettere nell'alfabeto lituano moderno:

  • a
  • ą
  • b
  • c
  • č
  • d
  • e
  • ę
  • ė
  • f
  • g
  • h
  • i
  • į
  • y
  • j
  • k
  • l
  • m
  • n
  • o
  • p
  • r
  • s
  • š
  • t
  • u
  • ų
  • ū
  • v
  • z
  • ž

Le lettere ą, į, ų anticamente indicavano le vocali nasali che il lituano moderno non possiede, ma in compenso nella letteratura restano le lettere che indicano i suoni lunghi /aː/, /iː/ e /uː/.

Le consonanti in lituano (salvo la "j"), formano coppie consonantiche dure e morbide, sorde e sonore.

Il fonema /x/ è indicato da due lettere: ch.

Il lituano ha vocali lunghe e corte e consonanti dure e morbide, ma anche dittonghi come uo, ai, ei, ie e combinazioni di dittonghi (vocale + sonora: al, am, an, ar, el, em, en, er, il, im, in, ir, ul, um, un, ur, ol, om, on, or).

  • [eu] Europa
    Europa
  • [oi] boikotas
    boicottaggio
  • [ou] klounas
    pagliaccio
  • [ol] kolba
    matraccio
  • [om] pompa
    pompa
  • [on] monteris
    meccanico
  • [or] korta
    carte da gioco

Dialetti

dialetto samogitico

  • samogitico occidentale
    • Vakarų žemaičių patarmė
  • samogitico del nord
    • Kretingiškių šnekta
    • Telšiškių šnekta
  • samogitico del sud
    • Varniškių šnekta
    • Raseiniškių šnekta

dialetto aukštaitiano

  • aukštaitiano occidentale
    • Šiauliškių šnekta
    • Kauniškių šnekta
    • Klaipėdos krašto šnekta
  • aukštaitiano orientale
    • Panevėžiškių šnekta
    • Širvintiškių šnekta
    • Anykštėnų šnekta
    • Kupiškėnų šnekta
    • Uteniškių šnekta
    • Vilniškių šnekta
  • aukštaitiano del sud
    • Pietų aukštaičių arba dzūkų patarmė

Parole tematiche

Proverbi tradizionali o espressioni idiomatiche divertenti e strane.

Scioglilingua

--> -->